Food: il clafoutis alle ciliegie

Dato che in questo periodo sono ispirata e il mio pensiero va sovente alle ricette dolci, ho recuperato anche questo post, nel quale vi parlo del clafoutis alle ciliegie…..lo so, non è periodo di ciliegie…..ma se a Natale vi regaleranno le amarene sciroppate, allora saprete cosa farne 😉 .

E’ un dolce di origine francese, molto buono e versatile. Per chi poi adora le ciliegie è ottimo! Gli ingredienti che vi servono sono:


uova     di media grandezza     3   (temperatura ambiente)
zucchero       100 gr.
vaniglia     i semi di una bacca    (oppure una bustina di vanillina)
farina             90 gr.
latte               200 ml.    (non troppo freddo)
sale                un pizzico
ciliegie         da pesare con il nocciolo     700 gr.
brandy          20 ml.    (oppure del rhum, o anche niente se preferite)

Per preparare la teglia (di circa 28 cm di diametro) potete imburrarla (10 gr.) e spolverarla con dello zucchero (30 gr.), oppure usare un foglio di carta forno (lo appallottolate per stropicciarlo, così una volta riaperto lo potrete sistemare bene nella teglia senza che scappi via)…….io per comodità ho usato la carta forno, ma non nascondo che con la teglia imburrata e zuccherata viene più buono (imburrate e zuccherate bene però, mi raccomando, se no si attacca tutto e poi tribolate a lavare la teglia!!!).
Prima di tutto lavate le ciliegie, privatele del rametto e denocciolatele (in verità se cucinate questo dolce con le ciliegie con il nocciolo sembra venga meglio, perché la presenza del nocciolo fa perdere meno umidità alla ciliegia e rende la torta molto più gustosa…..solo che mangiandola avrete l’ incombenza di sputare il nocciolo….io le ho denocciolate).

Prendete una terrina e frullate le uova con lo zucchero. Mi raccomando, frullate con uno sbattitore, non amalgamate, perché frullando il vostro composto aumenterà di volume e la pastella sarà migliore. Quando il composto avrà raddoppiato il suo volume e sarà di un bel colore chiaro e spumoso, aggiungete la farina setacciandola, il sale, i semi di vaniglia e continuate a sbattere a velocità bassa. Il passo successivo è di abbandonare lo sbattitore, prendere una frusta a mano ed incorporare poco alla volta il latte e il brandy, ottenendo così un impasto non troppo denso (quasi liquido, non preoccupatevi, si rapprenderà in cottura).

Ora prendete le ciliegie e adagiatele nella teglia imburrata e zuccherata, dopo di che versateci sopra la pastella. Infornate a circa 160°-180° a seconda del vostro forno e del tipo di cottura che prediligete (ventilata o statica) per circa 40 minuti. In verità dovete controllare voi periodicamente la cottura, almeno la prima volta, perché a seconda dei forni varia un po’ la tempistica. l’ importante è che la torta si dori bene in superficie (tipo una frittata spessa, di cui ne avrà anche la consistenza) senza però che si bruci. Una volta sfornata, lasciatela riposare e intiepidire (è buona mangiata tiepida), e servitela a vostro piacere con dello zucchero a velo (per lo zucchero a velo, più la torta è fredda meglio è, perché tenderà a venire assorbito). Et voilà, le clafoutis è servito!!!

Fatemi sapere se questa ricetta vi è piaciuta, se avete provato a farla, e se ha avuto successo con i vostri palati golosi! Appena avrò tempo vi proporrò una valida alternativa con le prugne secche e la cannella. Intanto: ENJOY!!!
Consigli utili: io adoro cucinare le torte, soprattutto le crostate, dentro alla teglia in ceramica, l’ultima l’ho presa da Ikea.

Lascia un commento