FOOD: GAZPACHO DI MELONE, OLE’

Fa caldo, fa tanto caldo, e come tutte le estati l’esigenza è quella di trovare refrigerio……anche mangiando. Lo scorso anno ho provato una nuova pietanza, nuova per me intendo: il gazpacho di melone. Mi sono subito chiesta cosa fosse il gazpacho. Ebbene, il gazpacho non è nient’altro che una zuppa fredda…..buonissima. La sua origine è spagnola, e tipicamente è preparato frullando verdure crude come peperoni, pomodori, cetrioli, cipolle, e così via, insieme a del pane raffermo ammollato in acqua per amalgamare bene il tutto, aggiungendo erbe aromatiche o spezie per insaporire, e condendo a piacere con olio di oliva, aceto e sale. Viene servito freddo, e può essere accompagnato da crostini di pane e uova sode, o utilizzato come aperitivo, a seconda della voglia del momento. Girovagando per la rete, ho trovato una ricetta a base di melone, ed ho voluto provarla, perché io adoro il melone! In sostanza frullate il melone insieme ad un po’ di pane (io preferisco togliere la crosta, e vi consiglio di metterne poco…la prima volta che l’ho fatto ho esagerato e non mi è piaciuto….), condite con olio di oliva (pochissimo, con il melone mi piace poco), aceto, sale e pepe (il pepe meglio metterlo alla fine), ma potete insaporire usando la menta o il basilico. Poi mettete il composto a riposare in frigo per un paio di orette, così diventa bello freddo. E’ una pietanza che deve piacere, a qualcuno (tipo a mio marito) non ispira. Questione di gusti. Posso consigliarvi di cominciare a frullare il melone e di assaggiarlo, per vedere se vi piace la sua consistenza in bocca. Poi potete passare a condirlo poco alla volta, per trovare il giusto mix che vi soddisfi. Anche per il pane vale la stessa regola: aggiungetelo poco per volta, per controllarne la consistenza. Sappiate che, se al posto della zuppa preferite una bevanda refrigerante ed energizzante, potete evitare di mettere il pane, e così otterrete un buon aperitivo alternativo. Insomma, provatelo, secondo me piacerà anche a voi! Buon appetito!

Lascia un commento